Orari di ricevimento dei docenti

I rapporti scuola-famiglia hanno i seguenti fini:

conoscere meglio gli alunni, le loro eventuali problematiche ed esigenze che si rilevano nell’extrascuola
attuare un comune intento educativo per evitare disagi e contrasti
I momenti di incontro tra scuola e famiglia avvengono durante le Assemblee di classe e nei colloqui individuali pomeridiani e in quelli del mattino, programmati secondo un preciso orario e calendario.

Inoltre - attraverso i loro rappresentanti, i genitori partecipano agli Organi Collegiali:

  • Consiglio d’Istituto;
  • Consiglio di classe
  • Consiglio d’Interclasse

 Patto di corresponsabilità educativa


Si stipula con la famiglia dell’alunno un patto educativo di corresponsabilità, con il quale la SCUOLA, gli ALUNNI e le FAMIGLIE s'impegnano a rispettare regole di buona convivenza, condivise.

 


 

La SCUOLA

Si impegna a:

  • offrire un ambiente sereno, sicuro e favorevole alla crescita integrale della persona con un servizio educativo-didattico di qualità;
  • favorire la piena integrazione degli studenti diversamente abili;
  • attivare percorsi formativi, integrativi ed aggiuntivi;
  • offrire iniziative concrete per il recupero di situazioni di ritardo e di svantaggio, nonché la prevenzione e il recupero della dispersione scolastica;
  • promuovere il merito ed incentivare le situazioni di eccellenza.

 Gli ALUNNI

Si impegnano a:

  • essere educati, rispettare il personale docente e non docente, i compagni:
  • le indicazioni degli insegnanti e di tutto il personale scolastico vanno rigorosamente rispettate;
  • a tutti gli alunni è richiesto di essere solidali tra loro e di aiutare i compagni in difficoltà;
  • l’atteggiamento ed il linguaggio devono essere corretti e rispettosi nei confronti dei compagni e di tutto il personale della scuola;
  • e’ vietato assumere atteggiamenti persecutori, provocatori ed offensivi nei confronti dei compagni;
  • l’abbigliamento, pur nel rispetto dei gusti personali, deve essere adeguato ad un luogo di studio;
  • rispettare l’ambiente scolastico:
  • è vietato sporcare l’aula con carte ed altri rifiuti, scarabocchiare o incidere i banchi;
  • è proibito fare scritte sui muri e sugli arredi (banchi, sedie, armadietti), attaccare adesivi o, comunque arrecare ogni altro tipo di danno;
  • il registro di classe deve essere custodito con estrema diligenza e rispetto. Sono quindi vietate abrasioni, cancellature o quant’altro alteri l’atto ufficiale;
  • rispettare le norme organizzative basilari per il buon funzionamento della scuola;
  • e’ consentito il possesso del telefono cellulare, ma spento e riposto nello zaino;
  • e’ vietato portare a scuola oggetti estranei all’uso scolastico (ad esempio giochi, coltellini, riviste,ecc.) , tali da creare distrazione personale e collettiva; nelle ore di lezione o da causare rischi per l’incolumità dei compagni di classe e/o del personale;
  • gli alunni sono tenuti a portare il materiale necessario richiesto per le attività scolastica e mantenere in ordine il diario, in quanto strumento di lavoro e non strumento personale. In esso infatti si devono registrare puntualmente tutte le lezioni assegnate e le comunicazioni della scuola.
  • L’alunno assente è tenuto ad informarsi sul lavoro svolto in classe e ad aggiornarsi sui compiti assegnati per casa.
  • Per evitare frequenti interruzioni e, soprattutto, per responsabilizzare gli alunni, non è consentito ai genitori di portare materiale di lavoro o oggetti dimenticati a casa dai propri figli;
  • le assenze alle lezioni pomeridiane di strumento vanno giustificate al primo rientro a scuola. Nel caso di assenza dalle lezioni antimeridiane, l’alunno sarà ammesso alle lezioni pomeridiane previa giustificazione.
  • rispettare le norme organizzative basilari ai fini della sicurezza;
  • all’inizio delle lezioni, dopo il suono della campana, gli alunni devono entrare ordinatamente nell’atrio della scuola e dirigersi nelle proprie aule;
  • al termine delle lezioni, gli alunni usciranno sotto la vigilanza degli insegnanti dell’ultima ora che li accompagneranno, in ordine, fino all’uscita;
  • durante il cambio dell’ora gli alunni devono rimanere in classe;
  • durante l’intervallo, che si deve svolgere con la vigilanza del docente preposto e la sorveglianza del collaboratore scolastico, gli alunni devono recarsi nei bagni non più di due alla volta (due maschi e due femmine) e ritornare al più presto nelle proprie aule;
  • durante le lezioni, se necessario, può essere consentita dal docente l’uscita di un solo alunno alla volta per recarsi in bagno;
  • non saranno tollerati schiamazzi e corse nelle aule o nei corridoi neppure durante il momento di intervallo;
  • e’ vietato affacciarsi dalle finestre, lanciare oggetti o altro materiale;
  • non è consentito agli alunni rimanere all’interno del giardino e dei locali della scuola al di fuori del proprio orario di lezione;
  • gli alunni non possono allontanarsi dalla scuola al termine dell’orario antimeridiano qualora il proprio tempo scuola prosegua senza interruzione con le lezioni di strumento.

N.B. si sottolinea che le suddette norme devono essere rispettate durante le ore di qualsiasi attività didattica.

 


 

La FAMIGLIA

Si impegna a:

Valorizzare e rispettare l’istituzione scolastica, instaurando un positivo clima di dialogo, nel rispetto delle indicazioni educative e didattiche.
Di conseguenza la famiglia prende atto delle seguenti norme:

  • i genitori sono tenuti a partecipare agli incontri con i docenti che il piano annuale scolastico prevede
  • all’inizio delle lezioni, gli alunni aspettano all’esterno del cancello il suono della campana;
  • per motivi di sicurezza, non è consentito alle persone non coinvolte nell’attività didattica di sostare nel giardino e nei locali della scuola;
  • gli alunni in ritardo rispetto all’orario di entrata dovranno essere muniti di giustificazione scritta;
  • in caso di ritardi ingiustificati, gli alunni saranno comunque ammessi in classe; dovranno poi presentare la relativa giustificazione il giorno successivo. I ritardi reiterati saranno oggetto di note disciplinari;
  • il genitore è tenuto a giustificare il giorno stesso o il giorno successivo il ritardo e/o l’assenza del figlio/a. Se le giustificazioni non saranno presentate entro tre giorni consecutivi, il genitore sarà convocato a scuola;
  • le uscite anticipate saranno consentite solo in casi di estrema necessità e durante i cambi dell’ora;
  • i ragazzi saranno affidati esclusivamente ai genitori o a persona esercitante la patria potestà o ad adulto con delega scritta. All’inizio dell’anno i genitori o la persona che esercita la patria potestà, possono sottoscrivere una delega a persone maggiorenni incaricate di prelevare il figlio in loro vece. Dette persone dovranno depositare la firma a scuola presentandosi munite di un documento di identità.
  • Gli alunni, dopo un periodo di assenza, saranno ammessi esibendo la giustificazione dei genitori o della persona esercitante la patria potestà, sottoscritta con firma autografa e corrispondente a quella depositata presso la segreteria della scuola e riportata anche sul libretto medesimo.
  • Le malattie che abbiano causato assenze di oltre 5 giorni consecutivi, domenica e festivi compresi, dovranno essere documentate anche da un certificato medico. Per tutelare la salute dell’intera collettività scolastica, qualora l’alunno si presentasse sprovvisto della suddetta certificazione, i genitori saranno immediatamente convocati a scuola.