I.C. Contursi Terme
Scuola Infanzia  

 


Quando inizia un nuovo anno scolastico è scontato parlare di accoglienza.
Ci sono nuovi bambini da accogliere nella scuola, c’è da riallacciare il filo con coloro che hanno già frequentato in modo che si sentano ancora una volta accolti.


Accoglienza è una parola piena di significati e apre riflessioni che possono essere paradigmatiche di un modo di intendere la relazione educativa. L’accoglienza non inizia e non finisce in una fase dell’anno, né si può limitare ad alcuni momenti della giornata. È piuttosto un modo di essere dell’adulto in relazione con il bambino, è un metodo di lavoro che può improntare tutta l’organizzazione della scuola. Essa è un progetto educativo che richiede intenzionalità, condivisione, collegialità.
In questo contesto l’insegnante deve mettersi in un atteggiamento di ascolto, essere capace di osservare e valorizzare, accompagnare e sostenere il bambino in tutte le delicate fasi della crescita.
Alla fine di questo progetto il bambino deve:
• sentirsi accolto, quindi trovare nell’adulto e nell’ambiente una fonte di sicurezza;
• saper comunicare e relazionare, cioè accorgersi dell’altro, riconoscerlo ed incontrarlo;
• sentirsi parte del gruppo riconoscendo e accettando le diversità;
• imparare ad assumere le responsabilità del proprio comportamento;
• contribuire alla realizzazione di progetti comuni;
• realizzarsi e rafforzare la fiducia nelle proprie capacità e accrescere la stima di sé.
Il progetto accoglienza deve essere quindi letto come un’opportunità, come un’occasione per l’osservazione e identificazione dei comportamenti e delle capacità dei bambini, anche quelli già frequentanti.
Partire dalle emozioni e dalle conoscenze che segnano l’arrivo o il ritorno del bambino a scuola, significa assicurargli la massima cura e la soddisfazione di tutti i suoi bisogni e delle sue necessità.
In funzione di tutto questo il team ha deciso di proporre nei primi giorni di scuola una piccola festa rivolta a tutti i bambini e soprattutto ai bambini nuovi iscritti che frequentano per la prima volta.
L’obiettivo è favorire e facilitare la conoscenza reciproca tra bambini e bambini, tra bambini e insegnanti, e tra insegnanti e genitori, in un percorso di fiducia e condivisione, che è il presupposto indispensabile per iniziare a percorrere insieme il cammino scolastico.

 

 

Contenuti

• Giochi e percorsi di esplorazione degli spazi scolastici
• Giochi di movimento e di gruppo
• Filastrocche
• Racconti e fiabe
• Conversazioni
• Verbalizzazioni di esperienze e vissuti personali
• Attività grafico-pittoriche
• Attività di routine
• Allestimenti degli spazi personali e collettivi
• Momenti di festa
• Canti


Obiettivi
• Familiarizzazione dei bambini con il contesto ambiente scolastico
• Familiarizzazione dei bambini con i nuovi docenti
• Familiarizzazione dei bambini con i coetanei
• Prendere coscienza dell’ appartenenza a un gruppo
• Lavorare in gruppo, rispettando gli altri
• Orientarsi nell’ambiente scolastico e muoversi in crescente autonomia
• Accettare progressivamente norme comportamentali per una serena convivenza
• Favorire l’inserimento, superando ansie, timori e paure
• Esplorare, scoprire e appropriarsi dell’ambiente scuola
• Conoscere e accettare i nuovi tempi scolastici
• Affermare la propria identità all’interno del gruppo
• Conoscere e condividere alcune forme di comportamento(imitare, ascoltare, partecipare a giochi di gruppo, collaborare)
• Riconoscere ed esprimere emozioni e sentimenti
• Rielaborare graficamente
• Comprendere la sequenza di una storia.


Spazi e tempi
La durata del progetto sarà di circa due mesi.
Gli spazi utilizzati saranno le sezioni e il salone che saranno aperte a tutti i bambini.


Modalità di verifica: Osservazione dei comportamenti e delle abilità in ingresso dei bambini per rilevare il grado di inserimento/consolidamento nell’ambiente scolastico e valutazione delle competenze acquisite attraverso lo scambio quotidiano delle docenti del team.

Album foto Accoglienza